La scelta della disposizione delle arnie dipende da una serie di fattori come ad esempio dallo spazio a nostra disposizione, dal numero delle famiglie che possediamo e dal tipo di conduzione che vogliamo portare avanti. Gli apicoltori stanziali preferiranno una disposizione che agevola il lavoro manuale. Quelli nomadisti terranno conto della possibilità di intervenire con mezzi meccanici per lo spostamento delle arnie.

  • Disposizione fila unica: è quella che permette all’apicoltore di lavorare agevolmente senza interferire con il passaggio delle api. Questa disposizione favorisce però la deriva delle bottinatrici che tenderanno a popolare maggiormente le arnie poste ai lati. Per aiutare le api a orientarsi si possono utilizzare arnie pitturate con colori diversi (le api riconoscono il giallo l’azzurro e il verde). Anche la presenza di pali, sassi o cespugli limita il fenomeno della deriva.
    Se i supporti che utilizziamo per reggere le arnie ce lo consentono è consigliabile dividere la fila in piccoli gruppi di 4 – 5 arnie. In questo modo con le vibrazioni che derivano dal nostro lavoro non disturberemo tutta la colonia.unafila
  • Disposizione su più file parallele: questo tipo di posizionamento non è particolarmente indicato in quanto non risolve il problema della deriva e ostacola il volo delle api se le file non sono opportunamente distanziate.fileparallele
  • Disposizione su più file sfalsate separate di circa due metri lungo la fila e di circa 3 metri tra una fila e l’altra è quella che favorisce il lavoro delle api ma anche l’intervento con mezzi meccanici.file-sfalsate
  • Disposizione su gruppi sfalsati consiste nel creare più file organizzate in piccoli gruppi di arnie separate da un ampio spazio. Questo spazio risulta essere in direzione del gruppetto di arnie della fila precedente e successiva. Con questa particolare disposizione si limita il disturbo portato alle api nel mentre si favorisce l’utilizzo di tecniche particolari di sciamatura artificiale.gruppi-sfalsati
  • Disposizione a semicerchio: consente di sfruttare bene lo spazio a disposizione, alle api di orientarsi in modo ottimale e agevola anche l’intervento dell’apicoltore.semicerchio
  • Disposizione su pedane: adottata in modo particolare da chi pratica il nomadismo. Permette il massimo della meccanizzazione, l’intervento con bracci meccanici per sollevare le arnie. Sono ostacolati il controllo delle famiglie e la posa dei melari.supedana
Disposizione delle arnie nell’apiario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *