Cosa è

HCOOHL’acido formico è un composto presente in natura che prende il nome dal fatto che viene sintetizzato dalle formiche che lo utilizzano come veleno. Dal punto di vista chimico è un acido carbossilico con formula chimica HCOOH. L’acido formico è presente anche i parecchi vegetali come nelle conifere, nell’ortica  e in alcune lamiacee.

immagine formiche

Effetti sull’uomo

Prima di parlare di qualsiasi applicazione pratica dell’acido formico bisogna considerare gli effetti negativi che comporta per l’operatore. Questo acido infatti è un composto cancerogeno, estremamente irritante e corrosivo per la pelle. Qualcuno afferma che possa avere anche effetti mutageni per il dna degli insetti.

Per maneggiare l’acido formico bisogna seguire alcune regole di sicurezza. È necessario utilizzare il composto in ambiente ventilato per evitare di respirare le esalazioni. Nelle fasi di diluizione è importante indossare anche una maschera protettiva e dei guanti per evitare il contatto con la pelle o con gli occhi. Tutti i recipienti che contengono acido formico devono essere contraddistinti con etichette che segnalino il pericolo e fare in modo che non si confondano con normali bottiglie di acqua.

Utilizzi

Un utilizzo comune dell’acido formico è quello di antibatterico. L’acido viene vaporizzato sul foraggio per arrestare i processi di deperimento organico. Negli allevamenti avicoli viene utilizzato come antibatterico e mischiato in piccole quantità al mangime.

Alcuni derivati dell’acido formico vengono utilizzati nell’industria tessile e in quella dei profumi.

Impiego contro la varroa

L’acido formico si è dimostrato estremamente efficace come trattamento contro la varroa  verso il quale l’acaro non ha sviluppato nessuna forma di resistenza. Rispetto ad altri composti l’acido formico, una volta evaporato ha il vantaggio di agire non solo sulle api ma anche sulla covata opercolata. Il periodo di utilizzo è quello subito dopo l’ultimo raccolto a fine luglio, eventualmente uno anche a fine estate. Il trattamento con acido ossalico sarà invece effettuato durante l’invernamento in assenza di covata.

L’impiego pratico del composto è basato sull’utilizzo di particolari diffusori che una volta imbevuti della soluzione, rilasciano il composto alla giusta velocità. Durante il trattamento le aperture di volo devono restare aperte mentre il fondo dell’arnia sarà chiuso per evitare una eccessiva aerazione.

Diffusori acido formico

Nell’immagine vediamo un erogatore per il trattamento dell’acido.

erogatore-acido-formico

Costo acido formico

Una bottiglia da 1 litro all’85% di acido formico costa circa 7 euro.

 

 

Cerca Acido Formico tra gli annunci del mercatino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *